SO è Morto

« “Dio è morto. Dio resta morto. E noi l’abbiamo ucciso. Come potremmo sentirci a posto, noi assassini di tutti gli assassini? Nulla esisteva di più sacro e grande in tutto il mondo, ed ora è sanguinante sotto le nostre ginocchia: chi ci ripulirà dal sangue? Che acqua useremo per lavarci? Che festività di perdono, che sacro gioco dovremo inventarci? Non è forse la grandezza di questa morte troppo grande per noi? Non dovremmo forse diventare divinità semplicemente per esserne degni?” »
 

(Nietzsche, La Gaia Scienza, Sezione 125) da Wikipedia

E’ presto per tirare le somme del 2007, ma sicuramente questo sarà ricordato come un’ anno cruciale dell’informatica e di Internet. Volevo scrivere un articolo simile a fine anno, ma una serie di eventi mi ha portato ad anticipare alcune considerazioni.

Questo poteva essere l’anno della rinascita del sistema operativo. Windows Vista, MacOS X Leopard, ma anche Ubuntu e Suse, l’imminente KDE4, Solaris spinto sul desktop, dovevano essere la riconferma che, a far funzionare tutto quello che sono le nostre applicazioni, anche quelle online, è alla fine il solito software installato sul nostro pezzo di metallo sopra la scrivania.

Ora che è uscito Leopard, ma anche nuovi device mobili come iPhone o la serie N di Nokia, si può finalmente dire che quest’anno il Sistema Operativo ha giocato la sua ultima carta, poteva vincere, invece ha perso.

“The web as platform” era il motto di Netscape e sembra che qualcuno questo motto lo tenga a mente da 10 anni, stampato sopra allo specchio del bagno o sulla spalliera del letto.

Chi ha ucciso il Sistema Operativo ?

Netscape e SUN/Java non ci sono riuscite, Apache/Perl nemmeno.

Poi ci hanno provato le console, i cellulari, le automobili intelligenti, i frigoriferi intelligenti. Niente da fare.

Service-oriented architecture, XML, Web 2,3,4 Semantico. Anni di nulla.

Ed eccoci ad oggi, autunno 2007.

La moda delle social network dovrebbe essere ormai passata, tutti dovrebbero essere stufi di siti collaborativi, video condivisi, foto condivise, conoscenze condivise, ufficio online condiviso, nel 2007 qualcuno spera di far soldi con cose del genere ?

Da cosa si può riconoscere che un balzo sta avvenendo, e questo balzo ucciderà il nostro arcaico Sistema Operativo ?

Da questo: Facebook.com e da questo: OpenSocial.

Il fatto che Google abbia tirato fuori dal cappello OpenSocial deve far rizzare i capelli in testa a Microsoft, Apple, Canonical, Novell e Sun. Facebook e Google e Meebo ed altri 100 stanno per la prima volta creando una vera piattaforma. Non una piattaforma fatta di standard, di tecnologie, di servizi, ma qualcosa fatto da persone, da aziende e da link tra queste. Ora c’è rimasto solo da guardare il mare di informazioni lasciarsi catturare dalle nuove piattaforme e farsi catalizzare da esse. Informazioni che non sono file, video, immagini, ma sono studenti, professionisti, prodotti, concetti, belle ragazze di 20 anni.

Servirà ancora tempo, ma dietro la collina si sentono i colpi di cannone.

La piattaforma è morta, la piattaforma è risorta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: